KIT GPL - BLUEMEC Srl - LPG & CNG Systems

Vai ai contenuti
Kit e Componenti GPL

I nostri kit di trasformazione a GPL riducono la quantità di emissioni inquinanti rilasciate in atmosfera dalle auto, garantendo sicurezza.

L’uso di un impianto Bluemec GPL consente un risparmio fino al 50% rispetto all’uso della benzina.

I sistemi di sicurezza delle valvole del serbatoio Bluemec, ti permettono di parcheggiare fino al 1° piano interrato (secondo la normativa europea).

Le caratteristiche di guidabilità del veicolo mantengono ottimi rendimenti di elasticità, risposta e potenza.
kit Iniezione
Multipoint GPL


kit Iniezione
Multipoint GPL
COSMOS OBD



kit Iniezione
Diretta GPL
VENUS OBD



kit Iniezione
DDF Diesel GPL
COSMOS OBD



Multivalvole GPL


Cosa è il GPL?
Il GPL (Gas di Petrolio Liquefatto) è un prodotto di raffinazione del greggio, una miscela di idrocarburi composta principalmente da propano e butano.
Il GPL si trova allo stato gassoso, ma sottoposto a una leggera pressione o a basse temperature, diventa liquido.
Perché le auto a GPL sono più ecologiche?
L’impianto GPL Bluemec conferisce alla vettura prestazioni simili alla benzina, ma con una sensibile riduzione delle emisioni inquinanti, in particolare del CO, degli HC e relativamente anche l’emissione di CO2.
Inoltre non produce particolato, soprattutto le PM10 critiche per l’inquinamento urbano.
Quali auto si possono
trasformare a GPL?

Possono essere convertite a GPL tutte le auto a benzina con sistema di alimentazione a carburatore, dotate di turbocompressore e ad iniezione, anche dotate di marmitta catalitica ed omologate fino ad Euro 6. Sono disponibili sistemi di conversione GPL anche i motori di ultima generazione ad  iniezione diretta.

Quale manutenzione è richiesta dall’impianto GPL?

Per garantire il buon funzionamento nel tempo l’impianto è soggetto a controlli periodici (es. sostituzione filtro) secondo un piano di manutenzione programmata. Tali interventi sono, quindi, generalmente effettuati dall’officina in concomitanza con i regolari tagliandi della vettura.

L’auto perde potenza con l’alimentazione a GPL?

Con i moderni sistemi ad iniezione sequenziale COSMOS GPL le perdite di potenza sono quantificabili nell’ordine del 2-4%, generalmente inferiori alla potenza assorbita, ad esempio, dall’accensione dell’aria condizionata e non significative nella guida.

Gli impianti GPL sono sicuri?

Assolutamente si. Gli impianti Bluemec rispondono alla normativa europea ECE/ONU 67/01 che garantisce standard di sicurezza molto elevati, definiti sulla base di specifiche internazionali e test (crash test, incendio veicolo, etc.) estremamente severi. I sistemi di conversione a GPL sono dotati di diversi dispositivi di sicurezza quali:

- multivalvola serbatoio con sistema blocco carica all’80% per garantire l’espansione del gas in caso di aumento della temperatura;

- elettrovalvole di sicurezza che chiudono il circuito gas in corrispondenza all’uscita del serbatoio ed in ingresso al riduttore di pressione nel vano motore;

- serbatoio omologato secondo norme estremamente severe.

I sistemi GPL BLUEMEC sono assolutamente sicuri.
L’auto consuma di più con alimentazione a GPL?

Generalmente si osserva un aumento del consumo di carburante del 10%-12%, dovuto al minor potenziale calorico proprio del GPL.
Tuttavia, il minor costo del GPL e il minor impatto ambientale ne rendono l’utilizzo una scelta economica (risparmio circa del 50%) ed ecologica.
Risparmio Economico
Aumento Consumo di Carburante
Injector MHD BLUEMEC
Come si usa un impianto GPL?

Con l’installazione dell’impianto a GPL il veicolo diventa Bi-fuel, cioè in grado di viaggiare indifferentemente a gas o a benzina. In questo modo aumenta l’autonomia originale del veicolo, in funzione delle dimensioni del serbatoio gas installato.
L’auto viene di norma avviata a benzina prima di passare automaticamente a gas, perciò è necessario avere sempre un certo quantitativo di benzina nel serbatoio, che serve anche a preservare la pompa della benzina che si usurerebbe prematuramente girando a secco.
Quando viene esaurito il gas, il veicolo passa automticamente a benzina, a questo punto basta che il conducente faccia rifornimento di gas e prema il pulsante di commutazione per utilizzare nuovamente il GPL.
Come è fatto un moderno sistema GPL?

La più recente evoluzione tecnologica dei sistemi di conversione a GPL è rappresentata dagli impianti ad iniezione sequenziale multipoint come il COSMOS . Questo sistema ad iniezione sequenziale “fasata” di GPL, in cui il gas viene iniettato nel singolo cilindro da un iniettore sincronizzato con la fase del cilindro stesso in modo del tutto analogo a quanto avviene nel funzionamento a benzina, è concepito per motori da 2 a 10 cilindri, inclusi turbo, Valvetronic, Twin Air e Multi Air.

Per i motori ad Iniezione Diretta, BLUEMEC ha studiato il kit VENUS che offre la possibilità di convertire questi nuovi motori, richiedendo solo un bassissimo consumo di benzina.
I componenti fondamentali dell’impianto sono:

Presa di carica: Presa dotata di valvola di non ritorno, tramite cui viene riempito il serbatoio. Installabile sulla carrozzeria o in versione sotto sportellino benzina se lo spazio disponibile lo consente.

Serbatoio: Viene riempito con il GPL in fase liquida alla pompa di rifornimento con una pressione di circa 15 bar. Il serbatoio è in acciaio elettrosaldato ad alta resistenza e trattato termicamente per evitare fratture in caso di deformazione da urto. Oggi è comunemente utilizzato di forma toroidale per essere alloggiato
nel vano predisposto per la ruota di scorta, in questo caso non si sottrae spazio al bagaglio e per le emergenze in caso di foratura sono disponibili appositi kit di riparazione e gonfiaggio.

Multivalvola: Valvola multifunzionale montata sul serbatoio che permette la carica del gas in entrata dalla presa di carica e regola il blocco di sicurezza all’80% del riempimento.
Alimenta il circuito dell’impianto e misura il livello del gas tramite appositi sensori.
La multivalvola è munita di elettrovalvola di chiusura a motore spento e di valvole di sicurezza termiche e di sovrapressione. La zona multivalvola è a tenuta stagna verso l’interno auto tramite apposita scatola o coperchio.
Riduttore: Vaporizza il gas dallo stato liquido e ne riduce la pressione stabilizzandola al livello ottimale per l’alimentazione del common rail di iniezione.
È dotato di elettrovalvola disicurezza per la chiusura per del circuito allo spegnimento del motore.

Filtro Gas: Garantisce l’afflusso di gas privo di impurità e residui oleosi al common rail di iniezione e, quindi, nei cilindri.

Sensore MAP: L’impianto COSMOS GPL è, inoltre, dotato di sensori di temperatura, pressione del gas e carico motore per ottimizzare il funzionamento del sistema.

Common Rail iniezione gas: Controllato dalla centralina elettronica di iniezione del sistema (ECU) inietta tramite iniettori operati in fase con il motore la corretta quantità di gas in ciascun cilindro.

Commutatore GAS/Benzina: Permette la commutazione da gas a benzina e indica il livello di riempimento del serbatoio gas tramite scala a led di segnalazione. Nel funzionamento normale il veicolo si avvia a benzina e passa automaticamente a GPL in modo non avvertibile dal guidatore quando il circuito
raggiunge la temperatura richiesta di funzionamento (circa 35 °C). In caso di esaurimento del GPL il sistema torna automaticamente a benzina e avverte il conducente con un allarme sonoro.

Centralina di Controllo (ECU): La centralina è interfacciata con la centralina benzina originale e tramite i segnali ricevuti dai sensori dell’impianto gestisce gli iniettori gas calcolando tempi e quantità del gas da iniettare. La ECU è tarata in fase di installazione sulle caratteristiche specifiche del veicolo ed è dotata di programmi auto adattativi che adeguano i parametri di funzionamento in funzione delle variazioni delle condizioni d’uso o di usura del motore.
© 2020 Bluemec Srl
BLUEMEC SRL
Sede Amministrativa:
Piazza Vittoria 8, 35012 Camposampiero (PD)
Sede Operativa:
Fax +39 049 9549413
P.IVA 04115500284
Scrivi al Customer Care
Contatta il nostro Customer Care per richiedere informazioni sui kit di conversione Bluemec.
Torna ai contenuti